Tonno impanato con semi di sesamo [ricetta]

tonno impanato con semi di sesamo

Il tonno impanato con semi di sesamo, una ricetta che può rappresentare un’alternativa a quelle di pesce che siamo abituati a preparare. Si può accompagnare con un contorno di verdure, come, per esempio, rucola e carote. Il risultato è quello di un contrasto di consistenza, specialmente se decidiamo di consumare le verdure crude. Si tratta di un’ottima idea da preparare se abbiamo degli ospiti a cena e se vogliamo proporre un piatto innovativo, che non lasci niente di scontato. Vediamo quali sono gli ingredienti e come si prepara il tonno impanato con semi di sesamo.

Ingredienti

  • 4 filetti di tonno
  • sesamo
  • timo
  • olio extravergine d’oliva
  • sale

Preparazione del tonno impanato con semi di sesamo

Laviamo i filetti di tonno e tamponiamoli con la carta da cucina. Passiamoli da entrambi i lati nell’olio extravergine d’oliva. Mettiamo in una ciotola il timo e il sesamo e poi passiamo i filetti, premendoli delicatamente, in modo che i semi possano attaccarsi per bene.

In una padella mettiamo un filo d’olio e posizioniamo il tonno all’interno di essa. Procediamo ad una cottura breve, in modo da rendere il tonno croccante all’esterno e lasciarlo rosa all’interno. Regoliamo di sale e serviamo.

Proprietà del sesamo

Il sesamo contiene molti minerali, fra i quali il calcio, il fosforo, lo zinco, il potassio, il magnesio e il selenio. E’ ricco di vitamine A, E, J e vitamine del gruppo B. Grazie alla presenza di acido oleico e linoleico e omega 3, riesce a proteggere il cuore e il sistema cardiocircolatorio. I semi di sesamo fanno bene alle ossa per il loro contenuto abbondante di calcio. Svolgono un ruolo fondamentale nella prevenzione dell’osteoporosi.

LEGGI
Pasta fredda al pesto di sedano con prosciutto e olive [ricetta]

La presenza di vitamina E riesce a far aumentare le piastrine ed è un ottimo ricostituente per il sangue. I semi di sesamo rafforzano il sistema immunitario, riequilibrando le funzioni dell’organismo soprattutto in caso di affaticamento accompagnato da sintomi come nausea, vomito e mal di testa. Sono un toccasana nel favorire la digestione, perché il buon contenuto di fibre facilita il lavoro intestinale.

Abbassano il colesterolo “cattivo”. Sono utili in caso di infezioni, soprattutto grazie alla presenza di un elevato contenuto di zinco. Il selenio, invece, si dimostra efficace nel contrastare l’attività dei radicali liberi. Una particolarità delle foglie di sesamo, che, a differenza dei semi, sono astringenti e possono essere utilizzate anche in caso di diarrea. Per ottenere questo effetto, si devono bere due tazze al giorno di un infuso a base di foglie di sesamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close Cookmode