Pasta e fagioli: le migliori ricette e le varianti più gustose

pasta e fagioli

La pasta e fagioli è una ricetta semplice, uno di quei piatti tipici italiani, sui quali ci si può davvero sbizzarrire. Esistono numerose varianti, a seconda delle tradizioni culinarie tipiche delle regioni. Non si conoscono bene le origini di questo piatto, perché si ritiene possa essere originario di differenti zone. Si va dal Lazio alla Campania, dalla Lombardia alla Toscana e dal Veneto al Friuli Venezia Giulia.

Una tipica variante molto caratteristica è quella della cucina napoletana. A Napoli, così come si fa per la pasta cotta anche con altri legumi, la pasta si fa cuocere direttamente insieme ai fagioli. Mentre in altre parti si fa cuocere la pasta in acqua salata a parte e poi si unisce il condimento, la pasta e fagioli a Napoli si distingue per questa particolarità.

Non è soltanto una questione di costume, ma il tutto influisce anche sul gusto: cuocendo la pasta insieme ai fagioli, si ha la possibilità di conservare tutto l’amido. In questo modo il sugo della pasta e fagioli diventa più denso. Nella cucina della Campania, soprattutto in quella tipica della città di Salerno, si usa preparare la pasta e fagioli aggiungendo anche le cotiche o le cozze.

Anche in Ciociaria la pasta si cuoce insieme ai fagioli. In particolare si usano le sagne. Si tratta di tagliatelle corte, che vengono messe a cuocere insieme ai fagioli, dopo aver preparato un soffritto a base di sedano, aglio e rosmarino. Lo stesso soffritto si utilizza senza pasta per preparare una zuppa, che si mangia con le fette di pane raffermo. Per questa zuppa ai fagioli viene aggiunta anche la cicoria.

I fagioli

I fagioli hanno molte proprietà, soprattutto nutritive. Se ne possono trovare in natura almeno 300 diversi tipi, di differenti forme e colori. Sono molto ricchi di sali minerali, come il potassio, il ferro, il fosforo, il magnesio, lo zinco e il selenio. Contengono vitamina A e vitamine del gruppo B. Inoltre sono ricchi di aminoacidi, come l’arginina, l’acido aspartico, la fenilananina, la serina e il triptofano.

Le proprietà dei fagioli

  • Sono una fonte di proteine. I fagioli sono un’ottima fonte di proteine e, da questo punto di vista, possono rappresentare un’alternativa al consumo di carne. Gli esperti richiamano l’attenzione sul fatto che, per garantire lo stesso apporto proteico della carne, il consumo di fagioli dovrebbe essere abbinato a quello di altri cibi, come la frutta secca, il mais o il riso integrale.
  • Aiutano il cuore. Recenti ricerche scientifiche hanno dimostrato come i fagioli rappresenterebbero un vero e proprio toccasana per il cuore e per l’apparato cardiocircolatorio in generale. Se si mangiano con regolarità, anche una volta a settimana, le nostre arterie ne beneficiano.
  • Abbassano il colesterolo. Poiché i fagioli sono ricchi di fibre, sono particolarmente indicati per abbassare il colesterolo nel sangue. Inoltre sempre la ricchezza di fibre sarebbe alla base della possibilità che i fagioli hanno di tenere sotto controllo anche la glicemia.
  • Sono antitumorali. Degli studi condotti negli Stati Uniti hanno dimostrato che i fagioli sono dei legumi adatti a prevenire l’insorgenza di alcuni tumori, come il cancro al seno.
  • Sono disintossicanti. Per depurare il nostro corpo non c’è nulla di meglio dei fagioli, soprattutto di quelli bianchi. Questi ultimi contengono in grandi quantità il molibdeno, un minerale capace di rendere attiva l’azione disintossicante di alcuni enzimi.
  • Hanno proprietà dimagranti. Il consumo di fagioli può essere utile anche se si segue una dieta dimagrante. Questi legumi contengono molte sostanze che rallentano l’assorbimento degli zuccheri. Inoltre garantiscono un senso di sazietà, che ci spinge a mangiare di meno.
  • Altre proprietà. I fagioli sono indicati per prevenire i problemi a livello intestinale, contro la stitichezza e per prevenire la formazione di emorroidi. Inoltre gli isoflavoni di cui sono ricchi agirebbero nel migliorare la salute delle ossa e quella della prostata.

I fagioli nella storia

La prima ricetta preparata con i fagioli, di cui si ha testimonianza, risalirebbe al I secolo d.C. Ne parla un famoso cuoco di origini latine, che descriveva anche come i fagioli potessero essere lessati o fatti cuocere in padella con l’aggiunta di aromi. Le origini dei piatti a base di fagioli, comunque, non risalirebbero soltanto all’epoca romana, visto che notizie a tal proposito ci giungono anche dai greci e dagli egizi.

Nei tempi antichi i fagioli provenivano soprattutto dall’Africa e dall’Asia. Erano diffusi anche in America, dove una varietà molto apprezzata era quella dei fagioli di Lima. Al pari di fave e ceci, venivano considerati un cibo afrodisiaco.

5 errori da non fare

Nel cucinare i fagioli, sia quelli borlotti che di altri tipi, bisognerebbe non commettere alcuni errori. Apparentemente cucinare questi ortaggi sembrerebbe molto facile, ma in realtà bisogna stare ben attenti. Vi sveliamo alcuni trucchi per essere sempre al top in cucina, anche quando cuciniamo i fagioli.

1. Il calcolo delle dosi

Calcoliamo bene le dosi, quando ci prepariamo a cucinare i fagioli, tenendo conto del fatto che quelli freschi hanno molto scarto, quasi il 50%. Per una pasta e fagioli, per esempio, servirebbero circa 50 grammi per una porzione. Se utilizziamo quelli secchi, possiamo anche utilizzarne la metà. Con l’ammollo, infatti, nella notte possono anche raddoppiare il loro peso.

2. La quantità di acqua

I fagioli freschi vanno coperti a filo d’acqua. Per quelli secchi è meglio che l’acqua ricopra anche sopraelevandosi di un dito o due. E’ meglio, comunque, non mettere molta acqua. In generale, infatti, il brodo che se ne ricava non dovrebbe essere molto diluito, in modo da poterlo utilizzare per preparare minestre e passati.

3. La cottura

E’ meglio che la cottura dei fagioli sia fatta a fuoco lento. La cottura risulterà migliore se utilizziamo una pentola di coccio. Se non l’abbiamo, bisognerebbe procurarsi un tegame a fondo spesso. Teniamo presente che i fagioli freschi hanno bisogno di circa 30 minuti per cuocere, per quelli secchi invece servirà anche più di un’ora. Tutto dipende comunque anche da quando tempo li abbiamo lasciati in ammollo (scopri come lavare frutta e verdura in modo corretto). Più li abbiamo lasciati a bagno, meno c’è bisogno di rimanere nella pentola.

4. Il modo di servirli

Non sforziamoci di pensare a chissà quale modo di servirli o chissà quali altri contorni anche di verdure potrebbero essere utili. I fagioli sono molto gustosi da mangiare anche al naturale, semplicemente conditi con olio, sale e pepe. Possono essere passati anche in padella con salvia e rosmarino o con un po’ di pancetta. Se li consumiamo freddi, possiamo preparare un’insalata con il tonno sott’olio.

5. Il frullato di fagioli

I fagioli costituiscono un ottimo ingrediente anche da utilizzare in cucina in ricette più complicate. Con un mixer ad immersione o con il passaverdure, possiamo ricavare passatine e creme molto utili nelle nostre preparazioni. La maggiore o minore densità di queste creme può essere regolata a piacere, “giocando” un po’ con il brodo vegetale, che dona sempre un tocco di sapore molto particolare.

pasta e fagioli ricetta

La ricetta classica di pasta e fagioli

La ricetta della pasta e fagioli è una preparazione classica della cucina italiana. Nella sua versione tradizionale non vengono aggiunti particolari ingredienti. Tutto si basa sul concentrato di pomodoro e sull’utilizzo di alcuni ortaggi che possono servire a garantire un soffritto migliore e a dare un tocco di sapore in più. Ricordiamoci sempre di scegliere i fagioli freschi, che, oltre ad essere più gustosi, sono anche molto più ricchi di sostanze nutritive.

Ingredienti

  • 1 kg e mezzo di fagioli borlotti
  • 100 grammi di farina 00
  • 100 grammi di semola rimacinata di grano
  • 30 grammi di lardo
  • 2 uova
  • 1 gambo di sedano
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 1 aglio
  • concentrato di pomodoro
  • rosmarino
  • alloro
  • olio extravergine d’oliva
  • pepe
  • sale

Preparazione

Mettiamo i fagioli in una ciotola e nel frattempo tagliamo il sedano, le carote e la cipolla. Mettiamo gli ortaggi a rosolare in padella con olio e alloro. Uniamo la salsa di pomodoro. Aggiungiamo 2 litri di acqua fredda e i fagioli. Uniamo un rametto di rosmarino e lasciamo cuocere per circa mezz’ora. Condiamo con sale e pepe. Impastiamo la semola e la farina 00 con le uova, per ottenere una pasta da far riposare in frigorifero per un’ora. Dopo aver disteso la pasta su un ripiano, ritagliamola, ricavando delle losanghe. Scoliamo la metà dei fagioli e frulliamoli. Uniamo alla crema i fagioli interi e mettiamoli di nuovo sul fuoco. Appena i fagioli bollono, uniamo la pasta. Tritiamo l’aglio, il rosmarino, l’alloro e il lardo e facciamo rosolare tutto in padella. Uniamo questi ingredienti alla pasta e fagioli e, prima di servire, condiamo con un po’ di pepe.

I fagioli borlotti

I fagioli borlotti sono una delle varietà più conosciute. Sono anche i fagioli che si trovano più facilmente nelle stagioni fredde. Per acquistarli bisogna sempre tenere conto della qualità, considerando alcune caratteristiche fondamentali:

  • baccello chiuso in maniera completa,
  • consistenza turgida, senza suoni vuoti, che indicano uno stato non ottimale del contenuto,
  • odore neutro del baccello.

Una volta che li abbiamo acquistati, possiamo procedere a togliere i fagioli dal baccello. Per farlo utilizziamo una tecnica molto semplice. Infatti non occorre intagliarli o rimuovere le estremità. Basta soltanto aiutarsi con il pollice. Seguiamo la venatura del baccello, premiamo leggermente con il dito e nel frattempo apriamo il baccello in tutta la sua lunghezza. Sarebbe essenziale mettere subito a cottura i fagioli borlotti sbaccellati, perché, se passa molto tempo, la scorza si potrebbe seccare.

Consigli per la cottura

Quando cuociamo i fagioli borlotti, il fuoco deve essere basso, in modo che l’acqua di cottura non evapori troppo. Il contenuto della pentola deve essere mescolato continuamente, perché questi ortaggi si potrebbero attaccare facilmente al fondo. Se abbiamo la necessità di aggiungere dell’acqua durante la cottura, è meglio che sia calda, per non creare troppe differenze di temperatura e indurire i fagioli. Per quanto riguarda il sale, è meglio aggiungerlo alla fine: anch’esso potrebbe incidere sulla qualità della loro scorza.

Pasta e fagioli in scatola

Anche se non abbiamo i fagioli freschi, possiamo comunque preparare la pasta e fagioli, utilizzando quelli in scatola. Magari il gusto non sarà proprio lo stesso, ma ne verrà fuori sempre un piatto nutriente, che non dovrebbe mai mancare sulla nostra tavola.

Ingredienti

  • 300 grammi di pasta
  • 400 grammi di fagioli in scatola
  • 1 cipolla
  • 50 grammi di pancetta
  • prezzemolo
  • 1 litro e mezzo di brodo vegetale
  • parmigiano grattugiato
  • olio extravergine d’oliva
  • pepe
  • sale

Preparazione

In un tegame facciamo rosolare l’olio d’oliva, la cipolla, la pancetta e il prezzemolo. Uniamo i fagioli scolati, la pasta e un litro di brodo vegetale. Condiamo con sale e pepe. Facciamo cuocere per circa 15 minuti, aggiungendo eventualmente un altro po’ di brodo. Serviamo la pasta con un filo d’olio e con il parmigiano grattugiato.

Pasta e fagioli napoletana

La pasta e fagioli è un piatto tipico della cucina napoletana. E’ molto facile da preparare e non richiede nemmeno tanto tempo. Gli ingredienti che si utilizzano per questa ricetta sono facilmente reperibili e tutti possono provare a mettere a punto la loro versione della pasta e fagioli. Quella napoletana, però, è sicuramente una delle più conosciute. Ve la presentiamo.

Ingredienti

  • 300 grammi di pasta
  • 400 grammi di fagioli bianchi
  • 100 grammi di pomodori pelati
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • 1 sedano
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 rametto di origano
  • 1 peperoncino rosso
  • olio extravergine d’oliva
  • pepe
  • sale

Preparazione

Lasciamo in ammollo i fagioli per una notte nell’acqua. Poi lessiamoli. In un tegame con l’olio soffriggiamo sedano e aglio. Uniamo il peperoncino, la polpa e il concentrato di pomodoro. Facciamo cuocere per circa 10 minuti e poi regoliamo con sale e pepe. Passiamo nel passaverdure un mestolo dei fagioli che abbiamo lessato ed uniamoli nel tegame con il sugo. Facciamo cuocere per altri 20 minuti. Mettiamo nella pentola anche i fagioli interi. Uniamo la pasta e un po’ di origano.

Può interessarti anche:
Pasta con pesto, fagiolini e patate
Pasta alla Norma: la ricetta originale siciliana
Pasta con carciofi e piselli

Pasta e fagioli alla veneta

Nella tradizione veneta la pasta e fagioli assume più l’aspetto di una minestra. Quest’ultima può essere gustata sia calda che fredda. In ogni caso il sapore è irresistibile e ne viene fuori un piatto unico, che si può mangiare anche a cena, sostituendo le tradizionali proteine di origine animale, che si ricavano generalmente dal consumo di carne.

Ingredienti

  • 200 grammi di fagioli borlotti
  • 50 grammi di lardo
  • 3 spicchi d’aglio
  • 1 cipolla
  • 2 rametti di rosmarino
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • salvia
  • 1 gambo di sedano
  • 2 cucchiai di concentrato di pomodoro
  • 80 grammi di pasta all’uovo
  • olio extravergine d’oliva
  • pepe
  • sale
LEGGI
Pasta con carciofi e piselli [ricetta]

Preparazione

Mettiamo in ammollo i fagioli secchi per 12 ore. Poi prepariamo un trito con lardo, prezzemolo, rosmarino, aglio, sedano e cipolla. In una pentola mettiamo il trito e i fagioli scolati, ricoperti con l’acqua. Uniamo il concentrato di pomodoro e facciamo bollire le verdure per circa un’ora. Condiamo con il sale. In un tegame a parte mettiamo l’olio, la salvia, un altro po’ d’aglio e facciamo cuocere per 10 minuti. Prepariamo così dell’olio aromatico. Quest’ultimo va aggiunto nei fagioli, dopo che questi (usiamone tre quarti) sono stati tritati con il passaverdure. La crema di fagioli ottenuta va fatta cuocere insieme alla pasta. Aggiungiamo alla fine la parte di fagioli rimasti interi, un filo d’olio e un pizzico di pepe.

Minestra di fagioli

E che ne dite di una buonissima minestra di fagioli? Questo piatto, a differenza degli altri che vi abbiamo descritto, non prevede l’uso della pasta. E’ comunque una ricetta sostanziosa, che può essere preparata soprattutto nelle fredde sere invernali, anche per riscaldarsi. Questo non vuol dire, però, che questi legumi vanno consumati soltanto nella stagione fredda. Anche in estate possono rappresentare una valida alternativa.

Ingredienti

  • 500 grammi di fagioli borlotti
  • 2 carote
  • 2 coste di sedano
  • 2 cipolle
  • olio extravergine d’oliva
  • concentrato di pomodoro
  • pepe
  • sale

Preparazione

Mettiamo a cuocere i fagioli per 45 minuti in acqua bollente. Condiamo con il sale. Togliamone un terzo dalla pentola e aggiungiamo nel tegame tutti gli altri aromi tagliati anche a pezzetti. Mettiamo anche due cucchiai di olio e due di passata di pomodoro. Facciamo cuocere la minestra ancora per 20 minuti. Passiamo i fagioli nel mixer ad immersione. Togliamo dal fuoco per qualche minuto e facciamo riposare. Condiamo con un pizzico di pepe e aggiungiamo i fagioli rimasti interi.

Pasta e fagioli con cozze

La cucina napoletana prevede l’aggiunta delle cozze nella pasta e fagioli. La versione con i frutti di mare è davvero buonissima, in grado di unire il sapore della terra con quello del mare. Per questo non perdiamo l’occasione di provare questa ricetta napoletana esclusiva. Prepararla non richiede molto tempo e in pochi attimi gusteremo qualcosa di strepitoso.

Ingredienti

  • 200 grammi di pasta
  • 500 grammi di fagioli già lessati
  • 800 grammi di cozze
  • 200 grammi di pomodori
  • 1 peperoncino
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • olio extravergine d’oliva
  • sale

Preparazione

Laviamo bene le cozze e, dopo averle messe in un tegame sul fuoco, facciamole aprire. Togliamole dal guscio e filtriamo l’acqua delle cozze per eliminare la sabbia. Prepariamo un trito con prezzemolo, aglio e peperoncino. Facciamo soffriggere il trito con i pomodori e i fagioli. Aggiungiamo il liquido di cottura delle cozze e facciamo bollire il tutto. Nel frattempo a parte facciamo cuocere la pasta. Aggiungiamo la pasta ai fagioli e facciamo cuocere. Infine uniamo le cozze. Nel piatto serviamo con prezzemolo tritato e un filo di olio extravergine d’oliva.

fagioli proprieta

Pasta e fagioli con il bimby

Uniamo gli ultimi ritrovati che la tecnologia ci dà la possibilità di utilizzare in cucina ad un piatto tipico della tradizione antica. Usiamo, quindi, il bimby per preparare la pasta e fagioli. In questo modo il tempo impiegato per la cottura dei fagioli risulterà molto ridotto.

Ingredienti

  • 1 spicchio d’aglio
  • 30 grammi di pancetta
  • rosmarino
  • olio extravergine d’oliva
  • 450 grammi di fagioli borlotti lessati
  • 100 grammi di concentrato di pomodoro
  • 200 grammi di pasta
  • pepe
  • sale

Preparazione

Mettiamo nel bimby aglio, pancetta, rosmarino e tritiamo tutto per 5 secondi. Uniamo l’olio e continuiamo a tritare. Aggiungiamo metà dei fagioli e la passata di pomodoro. Facciamo frullare ancora. Aggiungiamo dell’acqua e facciamo cuocere per 20 minuti. Uniamo la pasta e condiamo con sale e pepe. Facciamo cuocere a velocità leggera. 5 minuti prima della cottura aggiungiamo nel boccale del bimby i fagioli che sono rimasti interi.

Pasta e fagioli con pancetta

Aggiungendo la pancetta alla pasta e fagioli, otterremo un piatto dal sapore più deciso. Questo vuol dire che la pasta con i fagioli può essere resa veramente gustosissima, in modo che possa piacere a tutta la famiglia. Un piatto così semplice della tradizione culinaria italiana può essere veramente arricchito in maniera molto facile. Vediamo come fare.

Ingredienti

  • 500 grammi di fagioli borlotti
  • 300 grammi di pasta
  • 200 grammi di pancetta
  • 1 dado vegetale
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio extravergine d’oliva
  • pepe
  • sale

Preparazione

Mettiamo in ammollo in una ciotola con l’acqua i fagioli e lasciamoli riposare per una notte intera. In un pentolino versiamo mezzo litro d’acqua, aggiungiamo il dado e facciamo bollire, per ottenere il brodo vegetale. Tagliamo cipolla e aglio e facciamoli soffriggere in una padella con l’olio d’oliva. Aggiungiamo la pancetta e facciamola rosolare. Sfumiamo con un mestolo di brodo. Aggiungiamo i fagioli e un altro mestolo di brodo vegetale. Regoliamo di sale e pepe e lasciamo cuocere a fuoco lento per mezz’ora. A parte lessiamo la pasta e, a metà cottura, scoliamola e aggiungiamola nella padella con i fagioli. Lasciamola cuocere aggiungendo altro brodo vegetale.

Pasta e fagioli con salsiccia

La pasta e fagioli con salsiccia è una variante di quella tradizione, che prevede l’uso delle cotiche. Con la salsiccia doniamo un gusto molto particolare a questo piatto classico della cucina italiana. Lo rendiamo particolarmente saporito. Non pensiamo che ci voglia chissà che cosa per riuscire a mettere a punto una pasta e fagioli di questo genere. Il procedimento è quello classico. Vediamo come si prepara questa ricetta.

Ingredienti

  • 200 grammi di pasta
  • 2 salsicce
  • 1 scatola di fagioli borlotti
  • 1 cucchiaio di passata di pomodoro
  • mezzo bicchiere di vino
  • mezza cipolla
  • 1 carota
  • olio extravergine d’oliva
  • rosmarino
  • pepe
  • sale

Preparazione

Tritiamo la cipolla e la carota e mettiamole nella padella con l’olio d’oliva. Lasciamole soffriggere aggiungendo del rosmarino tritato. Aggiungiamo la salsiccia tagliata a pezzetti. Versiamo il vino e lasciamolo sfumare. Aggiungiamo i fagioli, il concentrato di pomodoro e lasciamo insaporire per 15 minuti. Versiamo la pasta e aggiungiamo l’acqua per ricoprirla. Facciamo cuocere mescolando continuamente. Regoliamo con sale e pepe.

Pasta e fagioli con patate

Un delizioso mix è quello che unisce la pasta e fagioli con le patate. E’ veramente un piatto unico per soddisfare la nostra voglia di verdure. C’è anche chi aggiunge un po’ di lardo o un po’ di guanciale. Naturalmente in questo caso la ricetta non è affatto adatta a coloro che scelgono di seguire un’alimentazione vegetariana o vegana. Se avete scelto questo stile alimentare, potete evitare anche questi ingredienti. In ogni caso il sapore non ne risentirà più di tanto, perché le patate ricompenseranno ogni mancanza.

Ingredienti

  • 800 grammi di patate
  • 500 grammi di fagioli
  • 160 grammi di pasta
  • 250 ml di passata di pomodoro
  • mezza cipolla
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • olio extravergine d’oliva
  • pepe
  • sale

Preparazione

Tagliamo le patate a cubetti, tritiamo la cipolla, il sedano e la carota e facciamoli soffriggere nell’olio. Aggiungiamo le patate e facciamole insaporire. Aggiungiamo la passata di pomodoro e regoliamo di sale. Aggiungiamo l’acqua, per coprire le patate. Copriamo la pentola con un coperchio e facciamo cuocere a fuoco basso per 40 minuti. Quando le patate saranno cotte, aggiungiamo alla minestra i fagioli, coprendoli con un po’ d’acqua. Condiamo con un pizzico di sale e facciamo cuocere ancora per 10 minuti. Versiamo nella pentola la pasta e facciamo cuocere mescolando. Serviamo con un filo d’olio e una macinata di pepe.

Può interessarti anche:
Gnocchi di patate e spinaci
Pomodori con patate al forno e origano
Rollè di pollo con patate

Pasta e fagioli alla pescatora

Una versione rivisitata della pasta e fagioli alla pescatora è quella che, oltre alle cozze, prevede anche l’uso di calamari, lupini e gamberoni. E’ veramente molto buona. Si può assaggiare di frequenti nei ristoranti nella zona di Napoli, ma si può fare anche a casa, portando sulla tavola un piatto molto ricco. Per questa ricetta si possono utilizzare anche i fagioli borlotti.

Ingredienti

  • 500 grammi di pasta
  • 750 grammi di fagioli lessati
  • 1 kg di cozze
  • 500 grammi di lupini
  • 8 gamberoni
  • 500 grammi di calamari
  • 150 grammi di pancetta
  • 100 ml di vino bianco
  • 1 cucchiaio di passata di pomodoro
  • 1 litro di brodo di pesce
  • 1 spicchio d’aglio
  • prezzemolo
  • olio extravergine d’oliva
  • pepe
  • sale

Preparazione

Puliamo le cozze e passiamole bene sotto l’acqua corrente. In una padella mettiamole insieme ai lupini e chiudiamo con un coperchio. Facciamoli cuocere per qualche minuto, fino a quando i frutti di mare si aprono. Puliamo il calamaro e tagliamolo a pezzetti. In un tegame facciamo rosolare uno spicchio d’aglio e aggiungiamo i calamari e i gamberoni. Aggiungiamo la pancetta tagliata a cubetti, rosoliamo e sfumiamo con il vino bianco. Aggiungiamo i fagioli, poi la passata di pomodoro, e copriamo con il brodo di pesce. Facciamo insaporire e versiamo la pasta in pentola. Quando sarà quasi cotta, uniamo i frutti di mare e i gamberoni.

Pasta e fagioli in bianco

Non è detto che per la pasta e fagioli si debba usare sempre la passata di pomodoro. E’ una ricetta da fare anche in bianco. In questo caso i migliori da usare sono i cannellini, anche quelli secchi. L’importante è che siano biologici, perché sicuramente il sapore risulterà ottimo. Molto importante, per la buona riuscita di questa ricetta, è anche la consistenza da dare al brodetto che ne ricaviamo. E’ importante che sia una minestra appiccicosa. Per questo, nel modo di procedere nella cottura, l’acqua va aggiunta soltanto un po’ alla volta.

Ingredienti

  • 100 grammi di fagioli
  • 1 pezzo di cotenna di prosciutto crudo
  • 1 costa di sedano
  • 100 grammi di pasta
  • 20 grammi di parmigiano grattugiato
  • peperoncino
  • olio extravergine d’oliva
  • prezzemolo
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale

Preparazione

Mettiamo i fagioli in ammollo e lasciamoli per l’intera notte. In una pentola facciamo rosolare l’aglio e il sedano con l’olio. Versiamo i fagioli e facciamoli rosolare a fuoco basso. Aggiungiamo la cotenna di prosciutto crudo e lasciamo cuocere in maniera molto lenta, con il coperchio. Quando i fagioli sono morbidi, uniamo la pasta, allungando con un po’ d’acqua. Aggiungiamo il peperoncino. Condiamo con il sale. Serviamo con parmigiano grattugiato e con un filo d’olio.

Pasta e fagioli al forno

Una ricetta gustosissima. Forse pochi lo sanno, ma la pasta e fagioli si può anche fare al forno. Basta aggiungere pancetta e scamorza e otterremo un piatto unico davvero ricco di gusto. E’ l’ideale da cucinare per rendere i legumi ancora più invitanti, rivisitando il piatto tradizionale e proponendolo in una versione molto più saporita. Ci vogliamo provare?

Ingredienti

  • 140 grammi di pasta
  • 120 grammi di pancetta affumicata
  • 100 grammi di scamorza affumicata
  • 1 bicchiere di fagioli borlotti
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 cucchiai di parmigiano
  • olio extravergine d’oliva
  • pepe
  • sale

Preparazione

Lessiamo i fagioli e, in una pentola a parte, mettiamo a cuocere la pasta. Dedichiamoci alla preparazione del condimento. Facciamo rosolare aglio e cipolla con l’olio. Uniamo la pancetta a cubetti, mescolando continuamente. Scoliamo i fagioli e mettiamoli nella padella, facendoli insaporire. Quando si cuoce la pasta, aggiungiamola anch’essa al condimento. Facciamola saltare per qualche minuto e condiamo con pepe e sale. Uniamo la scamorza a dadini e mescoliamola. Mettiamo la pasta in una pirofila, spolverizziamola con il parmigiano grattugiato e lasciamola gratinare in forno per circa 10 minuti.

Pasta e fagioli dietetica

La pasta e fagioli si può inserire anche in una dieta ipocalorica. Basta usare i condimenti giusti. In fin dei conti i fagioli si prestano bene ad essere associati ad un regime alimentare volto al dimagrimento. Fra le loro proprietà c’è anche quella che li rende disintossicanti. Eliminando le scorie dal corpo, si può attivare meglio il metabolismo e rendere il nostro organismo molto più funzionale. Tutto ciò non fa altro che agevolare l’opportunità di perdere qualche chilo di troppo. Avete anche voi voglia di una pasta dietetica come si deve? Provate questa ricetta.

Ingredienti

  • 300 grammi di fagioli borlotti
  • 200 grammi di pasta
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 rametto di rosmarino
  • salvia
  • 1 gambo di sedano
  • 1 litro di brodo vegetale
  • olio extravergine d’oliva
  • pepe
  • sale

Preparazione

Lasciamo a bagno i fagioli nell’acqua e bicarbonato per 8 ore. Facciamoli cuocere con l’acqua o con il brodo e poi, quando bollono, aggiungiamo sedano, salvia, aglio, rosmarino e 3 cucchiai d’olio. Continuiamo la cottura a fuoco lento. I legumi devono cuocere almeno per 2 ore. Di tanto in tanto mescoliamo e aggiungiamo, se necessario, dell’acqua tiepida. Quando saranno cotti, schiacciamoli in modo da ottenere un misto di crema e fagioli quasi interi. Cuociamo per altri 10 minuti. Uniamo la pasta, aggiustiamo di sale e, se occorre, dell’altra acqua, fino a quando la pasta non è cotta. Serviamo la pasta e fagioli dietetica aggiungendo un filo d’olio e una macinata di pepe. Se vogliamo dare un aspetto migliore, possiamo tenere da parte qualche cucchiaio di fagioli non schiacciati, da mettere sulla superficie della pasta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close Cookmode