Maggiorana: proprietà, benefici e controindicazioni

maggiorana proprietà

La maggiorana ha molte proprietà, innumerevoli benefici, anche se presenta delle controindicazioni. Ha molti usi in cucina, per dare profumo alle nostre ricette. Questa pianta, che può essere coltivata anche in vaso, per averla sempre a disposizione, ha un profumo molto simile a quello del timo e dell’origano. In particolare vanno utilizzate le foglie per dare un sapore molto particolare alle nostre operazioni culinarie. E’ una pianta amica dei bronchi, svolge un’azione spasmolitica, utilissima per contrastare i crampi addominali. Inoltre è calmante e capace di regolare la pressione del sangue. Ma andiamo con ordine e scopriamo a cosa serve.

Le proprietà benefiche

La maggiorana è ricca di potassio e di magnesio, dei minerali che sono molto utili per permettere ai muscoli di rilassarsi. E’ alleata dei bronchi ed è ottima nei casi di tosse e raffreddore, per contrastare la congestione polmonare. Inoltre si rivela molto utile nei casi d’asma. Ma non sono solo queste le proprietà benefiche di questa pianta. Ecco le altre.

E’ sedativa

E’ molto indicata per combattere le condizioni ansiose e i disturbi che possono essere ad esse collegati, come l’emicrania e l’insonnia. Nel caso in cui ci sentiamo particolarmente stressati o nervosi, proviamo a bere un decotto di maggiorana. Si può utilizzare anche il suo olio essenziale, mettendone qualche goccia nella vasca da bagno, anche per favorire il sonno.

E’ analgesica

L’olio essenziale di maggiorana può essere utilizzato anche per ridurre il dolore causato dalle infiammazioni, anche nel caso di mal di denti e di dolori muscolari.

E’ digestiva

L’infuso di maggiorana può aiutare a favorire la digestione. Poiché questa erba è ricca di vitamina C, si rivela antispasmodica. Favorisce la produzione di succhi gastrici e quindi può essere presa sotto forma di infuso anche dopo i pasti per rendere più funzionale il lavoro dell’intestino.

E’ antisettica

Le proprietà della maggiorana sono anche fungicide e battericide. L’olio essenziale può essere utilizzato per trattare le ferite ed evitare che si sviluppino delle infezioni.

E’ diuretica

Grazie alla maggiorana si può provvedere all’abbassamento della pressione del sangue e alla pulizia dei reni. La pianta, infatti, svolge un’azione diuretica: fa aumentare la frequenza della minzione e la quantità di urina prodotta. Favorisce l’eliminazione dei liquidi in eccesso e delle tossine.

E’ antiossidante

Grazie alle sostanze di cui è ricca, soprattutto la vitamina A, la vitamina C, i caroteni e la luteina, la maggiorana ha anche efficaci proprietà antiossidanti. I composti che contiene agiscono contrastando l’azione dei radicali liberi, che sono i principali responsabili dell’invecchiamento cellulare. E’ utile, quindi, per prevenire l’insorgenza di alcune malattie.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Arance: proprietà benefiche, dimagranti e controindicazioni

Aiuta la vista

Tutto merito della zeaxantina, di cui la maggiorana è ricca. Questa sostanza riesce a filtrare i raggi ultravioletti e previene la degenerazione maculare, una patologia degli occhi che spesso insorge con l’avanzare dell’età.

Aiuta la pelle

La maggiorana è anche ricca di vitamina A, molto importante per far restare in salute le mucose e la pelle.

Contrasta l’Alzheimer

La pianta in questione può essere considerata una delle erbe più ricche di vitamina K. Numerosi studi hanno dimostrato che questa caratteristica sarebbe fondamentale nel trattare l’Alzheimer, limitando i danni neuronali che la patologia causa nel cervello.

La conservazione

Della maggiorana si dovrebbero raccogliere soprattutto gli steli più teneri che si trovano sulla sommità dei fiori. Vanno lavati ed asciugati per bene e poi si mettono ad essiccare in un luogo asciutto, che sia riparato anche dalla luce diretta del sole. Questo accorgimento serve a far restare la maggiorana di un colore più vivace e a fare in modo che essa conservi il suo aroma. Dopo che le foglie diventano secche e scure, vanno sbriciolate con le mani. Si eliminano gli steli e le foglie si conservano in un barattolo.

Le controindicazioni

Poiché ha un’azione antispasmodica, che viene esercitata anche a livello uterino, durante le mestruazioni il consumo di maggiorana può aumentare il flusso. In gravidanza e nel periodo dell’allattamento non andrebbe usata, perché nei bambini piccoli l’effetto calmante è potenziato e quindi potrebbe tradursi in un’azione sedativa consistente. Soltanto in alcuni casi si sono osservate delle forme di allergia legate alla maggiorana: possono comparire delle manifestazioni cutanee.

Ricette con la maggiorana

Alcune ricette con la maggiorana da preparare velocemente. Proviamo ad esempio il merluzzo condito con l’arancia. Si infarinano i filetti di merluzzo e vanno fritti nel burro, conditi con un pizzico di sale, con il succo d’arancia e con la maggiorana fresca. Proviamo anche gli spaghetti formaggio e maggiorana. E’ una ricetta molto semplice e soprattutto veloce. Si cuoce la pasta in abbondante acqua salata e poi si passa in padella, facendola saltare con formaggio grattugiato, olio e maggiorana tritata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close Cookmode