Radicali liberi e antiossidanti: i frutti esotici contro l’invecchiamento

radicali liberi e antiossidanti

Radicali liberi e antiossidanti, una contrapposizione in cui rientrano di diritto i frutti esotici dalle proprietà anti-invecchiamento. La scienza conferma che gli antiossidanti contenuti negli alimenti, se presenti in grande quantità, possono contrastare l’invecchiamento cellulare, agendo contro i radicali liberi che sono anche responsabili delle infiammazioni e di malattie, come i tumori. In particolare alcuni frutti esotici oleosi possono costituire un’alternativa a quelli tipici italiani e sono molto efficaci nel mantenere giovane il nostro organismo. Questi frutti contengono soprattutto selenio, che è un antiossidante per eccellenza. Scopriamo di quali si tratta.

1. Macadamia

Sono delle noci australiane, si utilizzano per fare dei dolci, ma per preparare anche insalate, gelati, pane e prodotti da forno. Fanno bene perché sono ricchi di fitosteroli capaci di ridurre il colesterolo cattivo. Possiedono un alto contenuto di fibre, in grado di regolarizzare l’attività del colon.

2. Noci brasiliane

Il loro gusto è imbattibile, se utilizzate insieme al cioccolato. Per esempio molti le gustano immerse nel cioccolato fondente. Anche queste noci possono essere utilizzate nei prodotti da forno in generale. Costituiscono una fonte importante di selenio e di vitamina E, entrambi antiossidanti molto validi contro i radicali liberi.

LEGGI
Curcuma: effetti sul cervello e sul sistema nervoso

3. Anacardi

Facciamo il pieno di anacardi, per contrastare la degenerazione maculare. A volte può capitare che la zona centrale della retina riceva meno nutrimento dal sangue. Tutto ciò può mettere in pericolo l’occhio, perché non funzionano bene le cellule deputate alla visione centrale. Consumando regolarmente circa 10 grammi di anacardi al giorno, si può ridurre il rischio dell’insorgenza della degenerazione maculare.

4. Pecan

Questi frutti sono originari dell’America settentrionale e vengono utilizzati soprattutto nella preparazione di dolci, in particolare per cucinare torte e biscotti. Sono ottime anche per preparare salse e insalate. Fanno molto bene perché prevengono i disturbi alla prostata, sono antitumorali, proteggono le cellule del cervello e costituiscono un valido alimento contro lo stress.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close Cookmode