Dieta mima digiuno: come funziona e cosa mangiare

dieta mima digiuno

La dieta mima digiuno, ideata dal dottor Valter Longo, come funziona? Cosa mangiare per seguire questo tipo di alimentazione? Anche se il suo nome richiama il digiuno, questa dieta non prevede una privazione dei pasti, ma vuole introdurre una vera e propria restrizione delle calorie per qualche giorno, con un ciclo che si ripete dopo qualche mese e che fornirebbe al nostro organismo tanti benefici. A studiare le caratteristiche di questa dieta è il direttore dell’istituto sulla longevità all’University of Southern California, che descrive i potenziali effetti benefici di un percorso alimentare ben preciso, da seguire con la collaborazione di un medico esperto del settore.

A cosa serve la dieta mima digiuno?

Il fai da te, infatti, non è assolutamente ammesso in questa dieta, che deve essere supportata da uno specialista che sia a conoscenza in modo approfondito delle regole descritte dal professor Valter Longo. La dieta mima digiuno, in realtà, non ha come scopo principale il dimagrimento. Si tratta di un effetto secondario, che comunque è presente, visto che si riduce il numero delle calorie assunte.

L’obiettivo della dieta mima digiuno consiste nel prevenire in modo efficace alcune malattie che potrebbero insorgere andando avanti con l’età, tenendo conto naturalmente della predisposizione genetica e di altri fattori che potrebbero incidere. Si parla, in particolare, di diabete, malattie neurodegenerative e patologie cardiovascolari. Lo scopo della dieta mima digiuno è quello di rallentare l’invecchiamento, garantendoci una maggiore salute.

Dieta mima digiuno: schema

Sempre sotto stretto controllo medico, come ha precisato direttamente Valter Longo, la dieta mima digiuno va ripetuta ogni 3 mesi o 6 mesi, a seconda delle necessità del paziente, solo ed esclusivamente se il soggetto si trova ad avere un corretto stato di salute. Solo in questo modo si potranno ottenere i benefici di cui il dottor Longo parla.

La dieta in questione prevede la riduzione di alcuni cibi e, di conseguenza, di alcuni nutrienti. Si tratta in particolare delle proteine. Il consumo calorico quotidiano dovrebbe consistere in circa 750/1050 calorie. Lo schema della dieta prevede che questo percorso venga eseguito per 5 giorni al mese consecutivi. Negli altri giorni del mese non sono previste restrizioni, ma viene consigliata una dieta equilibrata e variegata.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Dimagrire 5 chili in 10 giorni con ferro e proteine a colazione

Cosa mangiare? Il menu

Non si può stabilire un menu della dieta mima digiuno che vada bene per ogni situazione, dato che ogni caso è diverso, ma è bene considerare che, proprio per la riduzione delle calorie, vengono privilegiati alcuni alimenti, come la frutta, la verdura, i legumi e i cereali. Per seguire questo tipo di alimentazione è necessario ridurre gli zuccheri.

Nel menu giornaliero, ad esempio, si possono inserire dei piatti semplici, da condire con delle verdure a piacere. Si può mangiare il pesce accompagnato da un’insalata oppure si può effettuare un pasto a base di fagioli, sempre insieme a delle verdure a piacere. Solo il consulto con un nutrizionista esperto, però, può permettere di seguire nel modo corretto questa dieta.

Dieta mima digiuno: kit

La società L-Nutra ha messo in vendita un vero e proprio kit, che non si può acquistare ancora direttamente in Italia. Questo kit permetterebbe di seguire in linea generale i principi della dieta mima digiuno con alcuni cibi consigliati. Viene specificato, però, che la dieta non deve essere effettuata senza il supporto di un medico. Inoltre non è chiaro se sia possibile effettuare, attraverso l’uso del kit, un percorso personalizzato in base alle proprie esigenze. Il pacchetto, però, si può acquistare sul sito della società americana al costo di 150 dollari, ma viene richiesto il riferimento di un medico curante.

Nel kit sono presenti delle confezioni di cibi da consumare nei 5 giorni della dieta mima digiuno. Sono presenti minestroni liofilizzati con crackers e quinoa, qualche bustina di tè, frutta secca e delle confezioni di olive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close Cookmode