Mandorle, utilizzo in cucina: pesto, crema e gli altri usi

mandorle utilizzo in cucina

Mandorle? L’utilizzo in cucina prevede una serie di possibilità, dal pesto alla crema e mille altri usi. Le mandorle non possono proprio mancare sulla nostra tavola, soprattutto per le sostanze di cui sono ricche: dai sali minerali, come magnesio, calcio e ferro, alle vitamine B ed E e agli omega 3. Le mandorle hanno molte proprietà nutrizionali, curative e apportano grandi benefici alla salute.

Fanno bene alle ossa, riducono il colesterolo cattivo e tengono sotto controllo il grasso addominale. Soprattutto questo ultimo punto è di estrema rilevanza, perché questa frutta secca svolge un’azione essenziale nel regolare gli zuccheri nel sangue e quindi evita che questi si accumulino sul girovita. Si possono così ridurre le conseguenze negative a carico del cuore e del cervello.

Pesto di mandorle

Il pesto di mandorle costituisce una ricetta molto delicata. Si può utilizzare per condire in maniera gustosa la pasta. Si prepara con i seguenti ingredienti:

  • 40 grammi di mandorle (già pelate)
  • basilico
  • timo
  • maggiorana
  • prezzemolo
  • erba cipollina
  • 30 grammi di olive
  • 8 cucchiai di olio d’oliva

Nel robot da cucina metti tutte le erbe aromatiche, le mandorle pelate e le olive. Puoi aggiungere anche uno spicchio d’aglio per un gusto più accentuato. Frulla tutti gli ingredienti. Versa il composto ottenuto in una ciotola e aggiungi a poco a poco l’olio d’oliva. Mescola amalgamando per bene.

Crema di mandorle

Per preparare la crema di mandorle sarebbe consigliabile non utilizzare il frullatore, ma un tritatutto. In questo modo si riesce a rendere il composto particolarmente omogeneo. Procurati i seguenti ingredienti:

  • 100 grammi di mandorle pelate
  • 100 grammi di cioccolato bianco
  • 100 grammi di zucchero a velo
  • 100 grammi di burro
  • 1 bustina di vanillina

Metti le mandorle, la vanillina e lo zucchero nel mixer e tritali. Fai fondere il cioccolato con il burro. Unisci nel pentolino il composto tritato di mandorle e fai cuocere per 10 minuti a fuoco basso. Versa la crema in barattoli sterilizzati e conservali fuori dal frigorifero, facendoli raffreddare a temperatura ambiente.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Trucchi per friggere bene: i consigli sulle tecniche da usare

Burro di mandorle

Il burro di mandorle può essere usato per i dolci, per le salse e per le torte salate oppure può essere gustato semplicemente spalmato sul pane. Fa bene perché contribuisce a ridurre il colesterolo e a prevenire il diabete. Ne puoi mangiare fino ad un cucchiaio al giorno. Usalo nelle tue preparazioni, per esempio aggiungendolo alla torta di carote e mandorle. Vedrai che bontà! Per preparare il burro di mandorle devi procurarti i seguenti ingredienti:

  • 250 grammi di mandorle pelate
  • 1 cucchiaino di olio extravergine d’oliva
  • 1 cucchiaino d’acqua

Tosta le mandorle tenendole per 5 minuti in forno a 180 gradi. Versale nel robot da cucina e frullale. Devi ottenere una farina. Poi continua a frullare, fino a quando la frutta non rilascia i suoi oli naturali. Aggiungi un cucchiaino d’acqua e un cucchiaino di olio extravergine d’oliva. Puoi insaporire anche con un pizzico di sale.

Farina di mandorle

Puoi utilizzare la farina di mandorle al posto della tradizionale farina di grano, per diversi dolci, ma anche per frullati, zuppe e salse. Puoi ottenerla tritando le mandorle sgusciate. Quella fatta in casa è la migliore, perché ti assicuri di non perdere i benefici delle proprietà antiossidanti di questi frutti oleosi.

Latte di mandorle

Per preparare un litro di latte di mandorle servono 150 grammi di mandorle pelate e 1 litro d’acqua. Versa le mandorle in una ciotola e ricoprile con l’acqua a temperatura ambiente, lasciandole riposare almeno 30 minuti, in modo che si ammorbidiscano. Scolale e tieni da parte l’acqua. Aggiungi quella necessaria per raggiungere la quantità di un litro.

Metti le mandorle nel frullatore e comincia a macinarle, aggiungendo l’acqua a poco a poco. Poi filtra il latte di mandorle con un colino e conservalo in una bottiglia di vetro. Puoi aggiungere anche 2 datteri, un’albicocca essiccata o qualche fettina di banana, per dare un sapore più dolce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close Cookmode