Rusco: proprietà benefiche e terapeutiche del pungitopo

rusco proprietà

Rusco: proprietà benefiche e terapeutiche, quali sono? Questa pianta è nota anche con il nome di pungitopo e ha un caratteristico frutto costituito da una bacca di colore rosso. E’ un arbusto sempreverde tipico del sottobosco e il suo nome potrebbe derivare dal latino rus, che significa campagna. La pianta è infatti molto comune da incontrare lungo le strade di campagna. Del rusco si utilizzano soprattutto le radici e i rizomi, per preparare decotti, estratti, ma anche per uso esterno in molti disturbi.

Rusco: proprietà benefiche

Il rusco contiene saponine, polifenoli, dalle proprietà antiossidanti, sali minerali molto importanti per le attività del nostro organismo. Nella pianta, inoltre, è presente un flavonoide che ha un’attività diuretica e antireumatica. Le sue proprietà sono essenzialmente antinfiammatorie, vasoprotettrici e diuretiche.

Rusco: uso topico

Il rusco può essere utilizzato a livello topico per trattare i sintomi di molti disturbi che interessano l’organismo:

  • emorroidi – si applica un po’ di gel di aloe miscelato con qualche goccia di estratto fluido di rusco;
  • couperose – si utilizza il decotto freddo come lozione da applicare localmente, dopo aver sciacquato bene la cute con l’acqua;
  • infiammazioni – si possono ricavare degli impacchi, delle creme o delle pomate a base di questa pianta, per trattare tutte le forme di infiammazione venosa, soprattutto che riguardano le gambe.
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Olio di oliva: proprietà curative e benefici

Rusco: uso interno

Il rusco può essere impiegato per uso interno in una serie di disturbi molto ampia:

  • infiammazioni venose,
  • infiammazioni linfatiche,
  • insufficienza venosa,
  • gambe pesanti,
  • crampi ai polpacci,
  • varici,
  • emorroidi,
  • cellulite,
  • eritemi solari,
  • couperose.

In tutti questi casi si possono assumere 40 gocce di tintura madre in un po’ di acqua 3 volte al giorno per 2 mesi. Il trattamento va ripetuto, se necessario, dopo averlo interrotto per un mese. In particolare per le gambe gonfie si possono assumere 30 gocce di estratto fluido 3 volte al giorno, diluite in acqua, per un mese prima dei pasti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close Cookmode