Pandoro vegan, fatto in casa: la ricetta originale

pandoro vegan

Il pandoro vegan fatto in casa, secondo il procedimento della ricetta originale, non può proprio mancare sulla tavola delle feste, specialmente per chi ha scelto di seguire un’alimentazione che rispetti i nostri amici animali. E’ un’ottima alternativa anche per chi non vuole assumere molti grassi e, quindi, vuole cercare di non mettere su qualche chilo di troppo. Nella ricetta di questo panettone vegan, infatti, si usa lo zucchero di canna, meno dannoso anche da questo punto di vista dello zucchero bianco tradizionale. Scopriamo come prepararlo.

Gli ingredienti per il lievitino:

  • 60 ml di acqua tiepida
  • 50 grammi di farina
  • 10 grammi di lievito di birra
  • 10 grammi di zucchero di canna
  • 1 cucchiaio di fecola di patate
  • 1 cucchiaio di latte di riso

Gli ingredienti per il primo impasto:

  • 200 grammi di farina
  • 3 grammi di lievito di birra
  • 25 grammi di zucchero di canna
  • 30 grammi di burro vegetale
  • 5 cucchiai di latte di riso
  • 1 cucchiaio di fecola di patate
  • 1 pizzico di curcuma
  • 2 cucchiai di acqua

Gli ingredienti per il secondo impasto:

  • 200 grammi di farina
  • 100 grammi di zucchero di canna
  • 1 pizzico di sale
  • semini di bacca di vaniglia
  • 2 cucchiai di fecola di patate
  • 10 cucchiai di latte di riso

Pandoro: ricetta originale

Comincia dalla preparazione del lievitino. Impasta l’acqua e il lievito di birra, aggiungi tutti gli altri ingredienti e ottieni il lievitino finale, che è un composto un po’ liquido. Lascialo riposare per un’ora in un luogo caldo.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Spuma di tonno: la ricetta della mousse con philadelphia e maionese

Procedi con il primo impasto. Versa il lievito nell’acqua e fallo sciogliere bene. Mettilo in una ciotola insieme al lievitino e a tutti gli altri ingredienti. Impasta per ottenere un composto omogeneo. Ricopri l’impasto con un telo per 30 minuti e aspetta fino a quando non sarà raddoppiato.

E’ arrivato il momento di eseguire il secondo impasto. Aggiungi al composto ottenuto precedentemente i semini della bacca di vaniglia. Impasta incorporando il burro vegetale e fai riposare l’amalgama per circa un’ora e mezza. Poi mettilo in frigorifero per circa 30 minuti. Mettilo su una spianatoia e forma un quadrato. Al centro metti il burro suddiviso in fiocchetti. Ripiega gli angoli del quadrato verso il centro. Dal quadrato ottieni una striscia da ripiegare in 3 parti. Lasciala in frigorifero a riposare per 30 minuti.

Poi forma una palla, ruota l’impasto di 90 gradi in senso orario e ripeti la formazione della striscia e la piegatura per almeno 3 volte. Ripeti tutto dopo che l’amalgama ha riposato altri 20 minuti in frigorifero. Alla fine dagli una forma sferica.

Prima di trasferire l’impasto nello stampo, imburralo e infarinalo. Puoi usare uno stampo rotondo oppure a stella. Il pandoro deve lievitare ancora per un tempo che va da 4 ore e mezza a 10-12 ore, anche a seconda della temperatura dell’ambiente. L’importante è che l’impasto lievitato raggiunga il bordo dello stampo e lo superi di circa 2 centimetri. Fai cuocere in forno statico a 180 gradi per 10 minuti e poi prosegui per altri 45 minuti a 160 gradi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close Cookmode