Dimagrire con il curry: tisana e ricette in cucina

dimagrire con il curry

Dimagrire con il curry è facile. Possiamo preparare una tisana o delle ricette in cucina per favorire la perdita del peso. Questa miscela di spezie, infatti, può vantare ottime proprietà dimagranti grazie agli ingredienti di cui è composta. Il peperoncino e lo zenzero riducono l’assorbimento del colesterolo a livello intestinale. Inoltre innalzano la temperatura del corpo, facendo consumare naturalmente più calorie. La cannella regola il rilascio di glucosio nel sangue e quindi tiene sotto controllo il senso della fame. Se al posto del sale si utilizza il curry, si favorisce la circolazione sanguigna e si contrasta la ritenzione idrica, prevenendo la cellulite.

Tisana al curry

Ricordiamoci che l’ingrediente principale di cui è composto il curry è la curcuma. Proprio utilizzando questa spezia possiamo preparare un’ottima tisana dalle proprietà dimagranti. Si tratta di unire un mix di ingredienti fantastici. Procurati:

  • 250 ml di acqua
  • 1 cucchiaino di curcuma
  • 1 pizzico di cannella
  • qualche chiodo di garofano
  • 1 pizzico di noce moscata
  • 1 pizzico di pepe nero
  • 2 cucchiai di latte di mandorla
  • 1 cucchiaino di miele

Metti tutti gli ingredienti (tranne il latte di mandorle e il miele) in un pentolino per 10 minuti e falli bollire. Poi versali in una tazza, aggiungi miele e latte di mandorle e gusta la tisana ancora calda.

Curry in cucina

Una ricetta che possiamo utilizzare per sfruttare le proprietà dimagranti del curry in cucina è la sogliola al curry, che ha il pregio di attivare le energie dell’organismo, per sciogliere meglio i grassi. Gli ingredienti che ti occorrono sono i seguenti (per una persona):

  • 200 grammi di filetto di sogliola
  • 2 cucchiai di cipolla rossa
  • 2 cucchiaini di olio extravergine d’oliva
  • 1 cucchiaino di curry
  • sale marino integrale
  • 1 pizzico di pepe
LEGGI
Vuoi perdere peso? 6 bibite che non devi bere

Fai dorare la cipolla rossa affettata in maniera sottile in un tegame, aggiungendo l’olio e il curry. Disponi i filetti di sogliola. Lascia cuocere per qualche minuto il pesce, regolando con il sale marino integrale e un pizzico di pepe nero. Puoi servire in tavola con l’abbinamento di un contorno a base di broccoli.

Curry: controindicazioni ed effetti collaterali

Il curry di per se stesso non fa male, almeno se non si esagera con il suo consumo. Tuttavia, se andiamo ad esaminare nello specifico le spezie presenti nella miscela, possiamo riscontrare alcuni effetti collaterali.

La curcuma, ad esempio, riesce a stimolare la secrezione degli acidi biliari e quindi i soggetti che soffrono di calcoli biliari dovrebbero evitare di consumarla. Il pepe peggiora l’infiammazione nello stomaco, quindi può essere controindicato in chi soffre di ulcere gastriche e gastrite. Anche il peperoncino può provocare irritazioni, per cui il curry andrebbe evitato in chi soffre di disturbi dell’apparato urinario. E’ vietato il curry durante il periodo dell’allattamento, sempre per la presenza del pepe e del peperoncino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close Cookmode