Castagne: proprietà nutritive, terapeutiche e benefici

castagne proprietà

Le castagne hanno ottime proprietà nutritive e terapeutiche ed apportano molti benefici. Sono un tipico frutto autunnale: è possibile raccoglierle nei boschi e si gustano tipicamente dopo averle fatte saltare su un tegame scaldato sul fuoco vivo. Le castagne sono un frutto molto interessante e, in genere, abbastanza sottovalutato; infatti sono ricche di sostanze nutritive, microelementi e vitamine che non trovano uguali in altri frutto. La castagna costituisce il seme della pianta del castagno, un albero molto longevo che arriva a dimensioni notevoli; il suo frutto è il riccio, dentro il quale è contenuto il seme, ovvero la castagna stessa. Di forma rotonda in un lato e leggermente schiacciata dall’altro, la castagna presenta un involucro marrone piuttosto coriaceo, che è possibile rimuovere interamente solo dopo la cottura. Il sapore è dolce e gradevole.

Proprietà e benefici

Quali sono le proprietà benefiche e terapeutiche delle castagne? Grazie al loro notevole apporto calorico, le castagne sono un frutto energetico utile per chi soffre di stanchezza fisica e mentale; contengono fibre come la cellulosa, che, essendo insolubili, facilitano il transito intestinale e quindi sono ottime come lassativo, sostengono la flora batterica intestinale ed inoltre sono ricche di ferro e di acido folico, elemento essenziale per la corretta formazione del sistema nervoso fetale durante la gravidanza. Grazie all’elevato contenuto di potassio, le castagne sono anche un antinfiammatorio naturale.

LEGGI
L'uva fa bene al fegato: le proprietà e i benefici

Proprietà nutritive

Quali sono i valori nutrizionali delle castagne? 100 grammi di castagne apportano circa 200 calorie. In una castagna, il 50% è costituito da acqua e il 40% da carboidrati (amido) e da fibre naturali. Il restante 10% è composto da numerose vitamine (A, gruppo B, C, D) da amminoacidi (arginina, alanina, aspartato, glutammato), sali minerali e microelementi (fosforo, calcio, magnesio, ferro e potassio).

Le castagne fanno ingrassare?

Le castagne non fanno ingrassare, ma siccome sono ricche di amido (che viene riconvertito in zuccheri semplici) sono sconsigliate a chi sta seguendo una dieta ipocalorica ed ai soggetti diabetici che devono tenere sotto controllo la glicemia.

Mangiare castagne crude fa male?

Le castagne andrebbero consumate ben cotte, perché crude possono provocare fastidiosi problemi, come gastrite, coliti, aerofagia e gonfiore addominale e inoltre risulterebbero indigeste.

Proprietà lassative

Le castagne sono un perfetto rimedio contro la stitichezza. In primo luogo contengono amido, un carboidrato complesso che viene metabolizzato lentamente in zuccheri semplici i quali richiamano acqua verso l’intestino; inoltre, contengono fibre naturali insolubili che devono essere eliminate con le feci.

Controindicazioni

E’ consigliabile non mangiare le castagne in caso di diabete, visto che questi frutti contengono molti zuccheri. Per lo stesso motivo non dovrebbero essere incluse in una dieta ipocalorica. Le castagne non sono consigliate a chi soffre di colite e di aerofagia e in chi presenta disturbi del fegato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close Cookmode