Frutta e verdura di stagione a febbraio: la spesa del mese

frutta e verdura di stagione febbraio

Frutta e verdura di stagione a febbraio sono caratterizzate da prodotti dalle numerose proprietà benefiche a vantaggio del nostro organismo. La spesa del mese deve essere composta da prodotti dall’azione depurativa, che possano accompagnarci nel nostro processo di ricerca della salute, da attuare quotidianamente. Febbraio è il mese perfetto, dopo gli eccessi delle feste natalizie, per depurarsi dalle tossine accumulate nel corso dei mesi invernali. Diamo spazio alla primavera, quindi, con insalate fresche e depurative, condite con olio extravergine d’oliva. Vediamo tutte le delizie dell’orto che non possiamo perdere a febbraio.

Frutta di stagione a febbraio

A febbraio la frutta di stagione prevede la disponibilità, come nel mese precedente, in particolare di agrumi. Limoni, arance e mandarini rappresentano sicuramente delle scelte positive e utili per il nostro benessere. Utilizziamoli anche per la creazione di insalate dall’effetto depurativo. Nel corso del mese troviamo in particolare:

  • arancia – uno dei frutti del periodo è l’arancia, un prodotto della natura molto prezioso, sia per il contenuto nutrizionale che presenta che per la possibilità di utilizzarlo in tutte le sue parti, dal succo alla scorza. Le arance possiedono in grande quantità vitamina C, fibre, sali minerali, come calcio e potassio, acidi organici e caroteni. Possiamo utilizzare questi frutti per la realizzazione di dessert, di insalate e di marmellate;
  • limone – anche se solitamente il limone viene impiegato in cucina nella preparazione di altri piatti, per evitare l’annerimento di carciofi o di altri prodotti naturali, in realtà questo frutto può essere utilizzato in molti modi. Ad esempio, possiamo ricavarne un succo dalle numerose proprietà benefiche. Il limone contiene vitamina C, bioflavonoidi, calcio, fosforo e potassio;
  • mandarino – dalle dimensioni più contenute rispetto a quelle delle arance, i mandarini presentano anche un gusto leggermente differente, più dolce. Possono essere consumati al naturale o uniti ad altre preparazioni di vario genere, anche dolci. Possiedono, come le arance, vitamina C e caroteni, oltre che fosforo, magnesio e potassio;
  • pompelmo – il pompelmo può avere la polpa di colore giallo o arancione. Può essere consumato al naturale oppure unito ad insalate o ancora nella preparazione di succhi di frutta e centrifugati. Riesce ad apportare al nostro organismo vitamina C, calcio e fosforo;
  • kiwi – i kiwi possono essere utilizzati per arricchire le insalate e le macedonie realizzate con la frutta. Contengono calcio, fosforo, potassio e abbondanti quantità di vitamina C;
  • mela – a febbraio possiamo trovare al supermercato anche le mele, ricche di fibre, sali minerali e zuccheri semplici;
  • pera – imperdibili durante questo mese anche le pere, il cui periodo naturale in realtà sarebbe tra luglio e i mesi autunnali. Possiamo comunque trovare questi frutti durante tutto l’anno.
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Come cucinare i fiori di zucca in pastella e non fritti

Verdura di stagione a febbraio

Quali verdure mettere nel carrello? Febbraio ci mette a disposizione numerose varietà di verdura, che corrispondono ai vegetali tipici dei mesi invernali. Via libera nella nostra alimentazione a carciofi, tutte le tipologie di cavoli, cime di rapa, finocchi e radicchio. Vediamo nel dettaglio cosa possiamo trovare:

  • cavolo – in generale i cavoli apportano al nostro organismo vitamina A, vitamina C (che comunque viene persa durante il processo della cottura), calcio, potassio e acido folico. Possiamo acquistare la verza, il cavolo cappuccio, i cavolini di Bruxelles oppure le infiorescenze, come il broccolo, il cavolfiore e il cavolo romanesco;
  • radicchio – possiamo trovare in commercio tre diverse tipologie di radicchio, quello rosso, il bianco e il variegato. Può essere consumato a crudo, per realizzare delle gustose insalate, oppure cotto in diverse ricette. E’ utile per fornire al nostro organismo una buona quantità di fibre, di fosforo, di calcio e di potassio;
  • cime di rapa – questi ortaggi sono l’ingrediente principale per la preparazione delle famose orecchiette alla pugliese con cime di rapa. Sono ottime per rifornire il nostro corpo di caroteni, di calcio e di fosforo. Anche in questo caso, però, la vitamina C viene persa con la cottura;
  • finocchio – il finocchio apporta soltanto 9 calorie ogni 100 grammi di prodotto e fornisce al nostro corpo fibre e flavonoidi. Quando lo compriamo, controlliamo sempre che le foglie esterne abbiano un aspetto compatto;
  • spinaci – gli spinaci sono una verdura invernale a tutti gli effetti; possono essere consumati al vapore, stufati o lessati, ma costituiscono anche uno degli ingredienti tipici delle torte salate. Danno al nostro organismo buone quantità di ferro, fosforo, calcio, sodio, potassio, vitamina A e vitamina C;
  • carciofi – le diverse varietà di carciofo si distinguono per la presenza delle spine e per il colore, che può variare dal verde al violetto. I carciofi contengono cinarina, una sostanza dall’effetto protettivo nei confronti del fegato. Inoltre presentano delle buone quantità di fibre, sali minerali (sodio, calcio, fosforo, potassio) e tannini;
  • topinambur – il topinambur può essere consumato cotto in numerose ricette oppure crudo (è l’ingrediente principale della bagna cauda). Ha una forma irregolare e la sua polpa si presenta di un colore biancastro. E’ ottimo per rifornirsi di fosforo, zinco e potassio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close Cookmode