Come fare il succo di melograno e conservarlo a lungo

come fare il succo di melograno e conservarlo

Come fare il succo di melograno e conservarlo al meglio, anche per un periodo di tempo abbastanza lungo? Non è nel complesso un’operazione difficile: basta conoscere i trucchi giusti per ottenere facilmente il succo da questi frutti e per tenere sempre in casa una bevanda dalle numerose proprietà benefiche. Nell’antichità, grazie ai suoi effetti positivi sull’organismo, veniva utilizzato per curare diversi disturbi. E’ ricco di sostanze antiossidanti, che hanno la capacità di combattere i radicali liberi, permette di rigenerare il fegato, riduce la pressione del sangue e abbassa il rischio di incorrere nelle malattie cardiovascolari. Vediamo, quindi, come si fa il succo di melograno e come conservarlo al meglio.

Come si fa il succo di melograno

La prima operazione da effettuare per ottenere il succo del melograno consiste nel tagliare il frutto in quattro pezzi. Metti il melograno su un tagliere, che dovrai lavare accuratamente dopo l’utilizzo, per evitare delle macchie indesiderate. Con un coltello effettua un taglio per togliere la parte superiore del melograno e dopo pratica due tagli in verticale, in modo da suddividerlo in quattro spicchi della stessa grandezza. Otterrai quattro prezzi del frutto che potrai spremere utilizzando uno spremiagrumi, per ottenerne il succo. Puoi evitare l’ossidazione aggiungendo un po’ di succo di limone.

Un’altra tecnica per preparare il succo di melograno consiste nell’utilizzo di un semplice frullatore. In questo caso sarà necessario sgranare il frutto. Metti gli spicchi del melograno in una ciotola piena di acqua e rimuovi con le dita i chicchi. In poco tempo riuscirai a togliere tutti i chicchi, senza troppa fatica. Versali, quindi, nel contenitore del mixer e frulla. Il composto ottenuto dovrà essere passato in un colino e il liquido dovrà essere raccolto in un bicchiere.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
8 curiosità sul caffè che non sapevi

Conservare il succo di melograno fatto in casa

La conservazione del succo di melograno può essere semplicemente effettuata utilizzando delle bottiglie. Basterà versarlo all’interno dei contenitori, che devono essere chiusi bene. Quanto dura il succo di melograno? Le bottiglie vanno tenute in frigorifero al massimo per 2 o 3 giorni di tempo. Prima di berlo è opportuno agitare la bottiglia.

Surgelare il succo di melograno

Per avere a disposizione una bevanda per un tempo più lungo, si può anche congelare il succo di melograno. Nella fase di preparazione, dopo aver filtrato il succo con un colino, dividilo in dei bicchieri di carta. Puoi riempirli anche utilizzando quantità diverse, in modo da avere a disposizione delle preparazioni utili per differenti ricette. Copri i bicchieri con la pellicola per alimenti e mettili in piedi nel freezer. Non appena saranno congelati, puoi anche mettere i bicchieri uno sopra l’altro per recuperare un po’ di spazio nel congelatore.

Succo di melograno: controindicazioni

Il succo di melograno potrebbe presentare alcune controindicazioni. E’ necessario fare attenzione ad eventuali reazioni allergiche, che potrebbero causare prurito, gonfiore e difficoltà respiratorie. In casi rari, soprattutto in presenza di un consumo eccessivo di melograno, potrebbero verificarsi delle intossicazioni a causa degli insetticidi utilizzati per la crescita dei frutti, che potrebbero determinare vertigini, mal di testa, sonnolenza e difficoltà respiratorie.

Secondo uno studio italiano, il succo di melograno potrebbe inibire l’effetto di alcuni medicinali, come gli antidepressivi, gli antinfiammatori, gli antidiabetici e i farmaci per l’ipertensione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close Cookmode