Carenza di ferro: cosa mangiare per combattere l’anemia

carenza di ferro

Se si va incontro ad una carenza di ferro, sarebbe importante sapere cosa mangiare per combattere l’anemia. Questa patologia comporta la manifestazione di diversi sintomi, dai giramenti di testa al colorito pallido. L’anemia è determinata dalla ridotta quantità di globuli rossi e di ferro nel sangue. Si può cercare di rimediare al problema anche con un’alimentazione adeguata, scegliendo i cibi che presentano un’alta percentuale di ferro. Vediamo quali sono.

Miele

Il miele è importante per aumentare la produzione di emoglobina. Contiene ferro, manganese e rame. Possiamo mangiarlo soprattutto a colazione.

Erba cipollina

L’erba cipollina contiene sia ferro che vitamina C. Possiamo utilizzarla come condimento in vari piatti. Per esempio con le uova assume un gusto molto particolare.

Mele

Come spuntino possiamo fare affidamento sulle mele, particolarmente sane e utili per chi soffre di anemia. Se mangiamo regolarmente almeno una mela al giorno, possiamo ripristinare nel sangue gli adeguati valori di ferro.

Barbabietole

Anche le barbabietole sono molto utili per riportare i livelli del ferro nel sangue ai valori giusti. Proviamo ad usarle nelle insalate oppure beviamone il succo.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
5 tisane che aiutano a dormire

Datteri

I datteri hanno un alto contenuto di vitamina C, molto importante per favorire l’assorbimento del ferro. Inoltre sono ricchi di fibre, essenziali per promuovere la funzionalità dell’apparato digerente. Il loro uso in cucina è molto versatile, soprattutto se li utilizziamo nella preparazione di ricette esotiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close Cookmode